lingua inglese

 

Il permesso per disabili, da identificarsi con il Nuovo Contrassegno Europeo di cui al DPR 30.07.2012 n. 151, è gratuito e viene rilasciato nella misura di un unico esemplare.

Il richiedente deve avere capacità deambulatoria sensibilmente ridotta, accertata da apposita commissione ASL. Tale certificazione non è necessaria per i non vedenti per i quali è sufficiente il certificato di Commissione di Prima istanza.

Se l’esito della visita medica attesta che l’invalidità accertata è irreversibile, l’Ufficio Permessi rilascia in prima istanza un permesso valido per cinque anni che, successivamente, può essere rinnovato, di volta in volta per ulteriori cinque anni, presentando il certificato del medico curante, il quale attesta che non vi sono variazioni sulla riduzione della capacità deambulatoria. Se l’esito della visita, invece, attesta un’invalidità temporanea, il permesso può essere rilasciato per il periodo riportato nell’attestato e, alla scadenza, può essere rinnovato solo in presenza di nuovo attestato dell’apposita commissione ASL.

 

 

Per il rilascio da parte dell’Ufficio Permessi del Nuovo Contrassegno Europeo è necessaria la presenza del disabile e la consegna, oltre ai documenti sanitari sopra riportati, anche di due foto-tessera.

 

Nel caso in cui il disabile non sia nelle condizioni di recarsi all’ufficio, potrà essere richiesto che la firma venga apposta dallo stesso disabile presso il proprio domicilio alla presenza di un pubblico ufficiale.

 

Col DPR 151 è stato anche stabilito che i possessori del vecchio permesso di colore arancione dovranno provvedere a munirsi del nuovo contrassegno europeo entro il 15 settembre 2015.

 

Il contrassegno europeo per disabili è strettamente personale e non cedibile, non è vincolato ad uno specifico veicolo e consente varie agevolazioni riguardo alla sosta ed alla circolazione non solo in Italia ma anche negli altri paesi dell’Unione Europea (cosa, quest’ultima, non consentita col vecchio contrassegno arancione).

Il permesso rilasciato ai disabili consente naturalmente anche il libero acceso alla ZTL salvo le particolari limitazioni eventualmente imposte dal Comune per la circolazione e la sosta nelle Aree Pedonali. La sosta gratuita è consentita negli stalli riservati ai disabili o anche al di fuori degli stessi purché non in contrasto con il Codice della Strada. Negli stalli blu la sosta è gratuita previa corretta esposizione del contrassegno.

 

L’autorizzazione al transito è subordinata alla presenza dell’invalido il quale deve risultare a bordo del veicolo, come conducente o come trasportato.

 

I titolari di permesso per disabili possono abbinare, allo stesso, la targa dell’autovettura abitualmente utilizzata, che verrà inserita nella lista di quelle autorizzate (white list) con le modalità indicate dalla Metro e comunque fino alla scadenza del permesso stesso. Per poter effettuare l'abbinamento è necessario consegnare all’Ufficio Permessi il modulo di domanda (scarica da qui il modulo per residente Comune di Lucca oppure il modulo per residente altro Comune), la fotocopia del libretto di circolazione del veicolo che si vuol registrare e la fotocopia completa (fronte/retro) del permesso per disabili. Si ricorda che tale operazione può essere effettuata dal titolare della concessione (previa verifica di un valido documento d’identità). Nel caso in cui la registrazione venga richiesta da terzi, sarà necessario consegnare, oltre a quanto già indicato, anche una delega del titolare della concessione, corredata da fotocopia di un valido documento d’identità del delegante e del delegato.

 

Chi non si è avvalso della possibilità di cui al punto precedente o accede con veicolo diverso da quello la cui targa è già autorizzata, prima dell’accesso in ZTL deve chiamare il numero verde (anche indicato sulla segnaletica stradale) per comunicare il numero di targa del veicolo col quale accede, il numero del permesso disabili, il comune che lo ha rilasciato, cognome e nome del titolare del permesso e data dell’accesso. Se al momento dell’accesso il numero verde non è attivo, l’interessato potrà regolarizzare l’accesso inviando solo per scritto, ai contatti sotto indicati (fax o e-mail), i dati di cui sopra entro le 48 ore lavorative successive.

 

I transiti in ZTL possono essere comunicati anche preventivamente sia utilizzando il numero verde (con un anticipo massimo di 48 ore) che per scritto ai contatti sotto indicati (senza limitazioni di anticipo).